Giovani al microfono – Trasmissione di TelePace

// <![CDATA[
/* Copyright 2008 Google. */ (function() { var b=window,e="chrome",g="tick",h="wtsrt_",l="tbsd_",m="tbnd_",n="start",p="_wtsrt",q="_tbnd",r="CSI/";(function(){function k(a){this.t={};this.tick=function(a,d,c){this.t[a]=[void 0!=c?c:(new Date).getTime(),d];if(void 0==c)try{b.console.timeStamp(r+a)}catch(f){}};this[g](n,null,a)}var a;b.performance&&(a=b.performance.timing);var t=a?new k(a.responseStart):new k;b.jstiming={Timer:k,load:t};if(a){var d=a.navigationStart,f=a.responseStart;0=d&&(b.jstiming.srt=f-d)}if(a){var c=b.jstiming.load;0=d&&(c[g](p,void 0,d),c[g](h,p,f),c[g](l,h))}try{a=null,b[e]&&b[e].csi&&(a=Math.floor(b[e].csi().pageT),
c&&0<d&&(c[g](q,void 0,b[e].csi().startE),c[g](m,q,d))),null==a&&b.gtbExternal&&(a=b.gtbExternal.pageT()),null==a&&b.external&&(a=b.external.pageT,c&&0// <![CDATA[
/* Copyright 2008 Google. */ (function() { var d=window,e="length",h="",k="__duration__",l="function";function m(c){return document.getElementById(c)}d.byId=m;function n(c){return c.replace(/^\s+|\s+$/g,h)}d.trim=n;var p=[],q=0;d.JOT_addListener=function(c,a,b){var f=new String(q++);c={eventName:c,handler:a,compId:b,key:f};p.push(c);return f};d.JOT_removeListenerByKey=function(c){for(var a=0;a
<p[e];a++)if(p[a].key==c){p.splice(a,1);break}};d.JOT_removeAllListenersForName=function(c){for(var a=0;a<p[e];a++)p[a].eventName==c&&p.splice(a,1)};
d.JOT_postEvent=function(c,a,b){var f={eventName:c,eventSrc:a||{},payload:b||{}};if(d.JOT_fullyLoaded)for(a=p[e],b=0;b<a&&b<p[e];b++){var g=p[b];g&&g.eventName==c&&(f.listenerCompId=g.compId||h,(g=typeof g.handler==l?g.handler:d[g.handler])&&g(f))}else d.JOT_delayedEvents.push({eventName:c,eventSrc:a,payload:b})};d.JOT_delayedEvents=[];d.JOT_fullyLoaded=!1;
d.JOT_formatRelativeToNow=function(c,a){var b=((new Date).getTime()-c)/6E4;if(1440b)return null;var f=0;60<=b&&(b/=60,f=2);2// //

Giovani al microfono – Trasmissione di TelePace – Associazione Vela Lago di Ledro

Ecco la puntata di “giovani al microfono” (n° 49)  in streaming  su TELEPACE, che parla del Mondiale Universitario Match Race 2014

 

 

L’esercito Ledrense scende a valle per la Zonale Snipe Brenzone

Pubblichiamo il resoconto di Ella Gazzaniga della Regata Snipe di Brenzone. Mitica partecipazione dei giovani AVLL!!!

Brenzone-Ledro

Nella cornice del Circolo Nautico Brenzone, sul Lago di Garda, si è svolta la Regata Zonale Snipe 2014 il 6 e 7 settembre.

Dei 15 equipaggi partecipanti, ben 7 appartenevano all’Associazione Vela Ledro e 6 al Circolo Velico Cremona. Rappresentata anche l’Associazione Velica Trentino.

Meteo clemente dal punto di vista della temperatura, intorno ai 24 gradi, ma il primo giorno piuttosto scarso di vento, tanto che la prevista partenza delle 13 il primo giorno è stata rimandata alle 16. Rosolandosi con le mute al sole tutti i regatanti sono rimasti impassibili al loro posto intorno alla Barca Giuria. Solo i ragazzi di Ledro, bellissima squadra motivata e capitanata dalla Presidente Paola Mora, hanno animato le acque con scherzi e tuffi per le tre ore di attesa. I sei equipaggi junior sono stati molto combattivi dal punto di vista velico, mettendo a frutto allenamenti e insegnamenti ricevuti al Circolo.

Marco Cavallari, Direttore Tecnico dell’AVLL, ha seguito personalmente con molta attenzione ogni fase della regata, dalla messa in acqua degli Snipe alla navigazione.

Alle 16 finalmente la partenza della prima prova della prima giornata, che è stata anche l’unica data la scarsità di vento sul finale.

Le condizioni difficili per la poca aria hanno visto ingaggi tattici di buon livello, con testa a testa tra gli equipaggi De Paoli-Mosca, Demattè – Dei Rossi, Bruni – Collotta e Schiaffino – Gazzaniga. In gioco la capacità di utilizzare ogni minimo refolo di vento scegliendo la posizione migliore.

Alla fine la prova è stata aggiudicata da Schiaffino – Gazzaniga grazie a una buona strategia e tenuta.

La delegazione di Cremona era guidata dall’instancabile Renato Bruni, reduce dal World Master a Fukuoka, in Giappone: l’evento Id Crook Memorial World Masters Championship gli ha tributato due trofei, e nel corso della cena, di cui Renato Bruni è stato ospite offrendo sfiziosi piatti tipici, gli è stata tributata una fantastica torta in onore dell’evento.

A conclusione della gara di sabato è stata annunciata la prima partenza del giorno successivo alle 8.30, per disputare almeno tre prove nel corso della giornata.

Cena e libagioni non hanno impedito la discesa in acqua all’alba di domenica, con la prima partenza data alle 9. Primi ad armare erano stati Andrea Piazza e Ilaria Maraner, mentre più laborioso è stato il varo degli snipe dei junior: Santiago Donati e Nicola Bailoni, Daniel Stefani e Samuele Trentini, Cecilia Foletto e Maria Pellegrini, Michael Oradini e Irene Bartoli, Anna Viglino e Carol Oradini.

La prova della mattina ha visto trionfare Dario Bruni e Carlo Collotta, ottimi sia di bolina che in poppa e molto allenati.

La pausa soleggiata dovuta a un nuovo calo di vento ha visto qualche malumore per la scarsità degli approvvigionamenti alimentari, hamburger volanti e toast rarefatti, poi finalmente alle 14 ammaino intelligenza e partenza della terza prova. Non facile per tutti, alla testa della flotta Cremonese composta da Filippo Zorloni e Maria Cristina Orsi, Domenico Arpini e Davide Invernizzi, Alessandro Bodana e Alessandro Carpani, Luciano e Marco Abruzzi c’erano gli storici Renato Bruni e Jane Alquati.

Prova vinta da Bruni e Collotta a breve distanza da Schiaffino e Gazzaniga.

Breve recupero e quarta prova, con vento in leggero aumento. Mitico ingaggio Bruni-Bruni durato alcuni minuti, qualche problema ai tangoni di alcuni equipaggi e ingaggio finale Bruni – Schiaffino terminato con la posizione rispettivamente di primo e secondo.

Era ammesso uno scarto su quattro prove.

La cerimonia di premiazione è stata semplice e solenne, Renato Bruni ha consegnato gli zaini premio a tutti i partecipanti e i trofei ai primi tre equipaggi in classifica. Acclamati Alberto De Paoli e Anna Mosca al terzo posto, Alberto Schiaffino e Raffaella Gazzaniga al secondo, e Dario Bruni e Carlo Collotta al terzo posto.
La regata di Brenzone era anche l’evento conclusivo del campionato FIV XIV Zona 2014, che ha visto la seguente classifica:

PUNTI CLASSIFICA
Dario Bruni – Carlo Collotta 3 1
Alberto Schiaffino – Raffaella Gazzaniga 7 2
Andrea Piazza – Ilaria Maraner 9 3
Silvano Zuanelli – Flavio Rossi 18 4
Renato Bruni – Jane Alquati 19 5
Giuliano Demattè – Marco de Rossi 21 6
Alberto De Paoli – Anna Mosca 22 7
Santiago Donati – Nicola Bailoni 24 8

Arrivederci all’anno prossimo!

Optimist European Team Racing Championship 2014

FULL REPORT at this LINK

Si è svolta sulle acque del Lago di Ledro da martedì 19 Agosto a Sabato 24 Agosto la sesta edizione dell’ Optimist Team Race Championship 2014.
A questa tradizionale regata del calendario IODA si sono iscritte 16 squadre di altrettante nazioni europee che hanno dato vita ad un combattuto campionato per l’assegnazione del titolo di campione continentale.

Il tempo, che ha fatto le bizze per tutta questa strana estate, non è stato clemente nemmeno per i giorni della regata; tuttavia si sono succedute ore di piaggia a ore di sole e vento che hanno permesso di completare un full round robin di 30 voli e un successivo round robin per gli 8 teams che si sono classificati al meglio nel primo round robin.

La sera del 19 l’evento è stato preceduto da una cerimonia di apertura con la tradizionale parata delle squadre per le vie di Pieve di Ledro e raduno dei teams nella piazza del municipio con la banda e alzabandiera della nazione ospitante e della classe Optimist. Oltre ai discorsi di benvenuto, agli ospiti regatanti è stato presentato uno spettacolo dei ginnastica ritmica a cura dalle ragazze della associazione Olympia di Riva del Garda.

Il giuramento di condotta sportiva della regata è stato tenuto, a nome di tutti i regatanti, dal più giovane partecipante della regata. Eliot (team France) era già stato ospite sul Lago di Ledro quando sua mamma, ora coach nazionale francese, aveva partecipato, come skipper, al mondiale femminile di match race del 2001. Allora Eliot era nato da solo 15 giorni. Bello riaverlo con noi in veste di regatante.

La regata è stata caratterizzata da matches molto tirati e molto avvincenti. Possiamo dire che la preparazione delle squadre migliora di anno in anno e la differenza di performances tra i vari teams si sta sempre più riducendo. Se fio a qualche anno fa era normale chiudere molti matches con punteggio di 10 a 26, orami i risultati di 16 a 20 o 17 a 19 sono sempre più comuni. Una bella dimostrazione di come il team race Optimist sia in una fase di piena maturità. L’appuntamento di Ledro è quindi il punto di incontro continentale (ma unico al mondo) dove le varie esperienze si incontrano e si possono mettere a confronto per rendere questa splendida specialità sempre più avvincente.

A seguire la classifica finale che rispecchia fedelmente le capacità in gioco. Bravissimi i giovani della Turchia che hanno condotto un primo round robin perfetto e che hanno saputo gestire al meglio il vantaggio nel secondo. Bravissima anche la squadra Italiana che ha chiuso il primo round robin al 4 posto e che poi ha perso, anche per condizioni difficili, tre posizioni nella seconda fase.

I risultati finali

1 TUR Turchia

2 ESP Spagna

3 POL Polonia

4 CRO Croazia

5 GBR Gran Bretagna

6 RUS Russia

7 ITA Italia

8 SWE Svezia

9 GER Germania

10 FRA Francia

11 IRL Irlanda

12 BEL Belgio

13 NED Olanda

14 SLO Slovenia

15 NOR Norvegia

16 ISR Israele

 

Messaggio di Paola ai Volontari, Regata in Maschera e Pranzo

Ad un mese dalla conclusione del 7th World University match race Championship 2014 voglio esprimerti un grandissimo grazie a nome del Comitato Organizzatore e mio personale.
Il Campionato è stato un grandissimo successo sia dal punto di vista velistico che organizzativo.

Numerose sono le attestazioni di stima e ringraziamento che ci sono giunte, da tutte le parti del mondo.

Il merito di questo successo è senzaltro da attribuire a tutti coloro i quali hanno dedicato tempo, energie e professionalità alla nostra avventura.

Non riusciremo mai a ringraziarti in maniera esaustiva ed ad esprimerti in modo soddisfacente la nostra riconoscenza .

Il giorno 17 agosto ci troviamo al circolo per la consueta regata in maschera e ci farebbe piacere rivederti per condividere con gli altri volontari un momento insieme.

Ti aspettiamo a pranzo dalle ore 11 di domenica 17 agosto presso l’Associazione Vela Lago di Ledro a.s.d.

Grazie di tutto a presto.

Ciao Paola

Il ringraziamento del team RedLine per l’OM Match Race

Pubblichiamo la lettera di ringraziamento del team AUSTRALIANO RedLine

Dear Paola and the Associazione Vela Lago di Ledro,

The boys from Redline Racing would like to extend a special thank you to you Paolo and the Associazione Vela Lago di Ledro for the fantastic event that was the O.M. Ledro International. Without events like these, teams like us would never get the chance to build up invaluable experience and get our names out there into the world of match racing.

A special thank you to you and your team of race managers, mark layers, umpires and volunteers who all were so friendly and helpful as well as doing a fantastic job. We would also like to thank you for organising our billeting as it in itself was a fantastic experience as well as saving us hundreds of dollars in accommodation and transport.

Even with the wind a little lacking, we loved sailing on Lake Ledro and spending time in the region itself. We all thoroughly enjoyed the regatta and cannot wait to hopefully come back next year! Many thanks again.

Redline Racing

Matt Jerwood, Alex Landwehr & Patrick Vos
To keep updated, follow Redline Racing on Twitter & Facebook or check out our website at:

www.redlineracing.com.au

Zonale Ledro – 47ma edizione

Conclusa la zonale Ledro, giunta ben alla 47ma edizione!!! Vince Piazza molto ispirato…..

La notizia più bella: la linea verde ledrense molto in palla con i quasi veterani Stefani/Oradini/Donati/Rigobello che sono in partenza per l’italiano di Bracciano e i fortissimi Under 16 Trentini / Filippi / Bailoni / Comisso / Foletto / Bartoli /Boccagni / Rampazzo …… L’AVLL è l’unica flotta ad avere un Team Under 16!!!
Sotto la classifica.
A BREVE COMMENTI.

OM Match Race grado 2 – resoconti e foto

In allegato in basso il resoconto in inglese ricevuto dal Team REDLINE Racing. Ecco anche le foto di Renzo Mazzola

//

Lettera di Cecilia a conclusione del Mondiale Universitario…

Riceviamo e pubblichiamo…

Caro Circolo,

Quando qualcuno scrive una lettera, in genere la scrive per raccontare cose noiose o di poca importanza, ma io ho deciso di scrivertene una perché  ho assolutamente bisogno di raccontarti qualcosa di particolare, e non ho trovato modo migliore per farlo.

Ormai una settimana fa si è concluso il mondiale universitario di Match Race, è stato bellissimo! 14 nazioni, 27 squadre…. Il circolo pieno di gente! È stata una settimana con un sacco  di emozioni, stanchezza, divertimento, sorrisi e sicuramente anche pioggia.

Il tempo infatti non è stato dei migliori, ma il ping-pong, appena fuori dal garage, ha permesso agli atleti di sfidarsi anche stando a terra.

La settimana è trascorsa veloce, la mattina era sempre il momento in cui c’era più confusione, perché bisognava iniziare il briefing, organizzare i pranzi, far uscire regatanti, gommoni e giudici e poi finalmente il circolo tornava tranquillo fino a quando il vento non se ne andava e tutti rientravano.

Queste sono le cose che tutti potevano dire, perché sono tutti potevano vederle.

Ma io vorrei provare a dire qualcosa di diverso: GRAZIE.

Tutto il mondiale si può riassumere in questa parola. Quasi tutti gli atleti alla fine della settimana ringraziavano dicendo “grazie” e non “thanks”, come se fosse l’unica cosa davvero importante da imparare in italiano.

La parola GRAZIE l’ho sentita la maggior parte delle volte in cucina, dove la mattina moltissima gente veniva a chiedere un caffè o a recuperare il suo lunch-packet.

La cucina è il luogo di ritrovo, un punto fisso dei ragazzi che frequentano il circolo, e penso l’abbia capito anche la maggior parte della gente che è stata qua.

 

Tralasciando il divertimento bisogna ringraziare anche per la possibilità che abbiamo avuto di parlare un po’ di inglese, lingua fondamentale per capire ed essere capiti.

 

I ragazzi che stavano sui gommoni tutto il giorno meritano un grande GRAZIE. Grazie per la disponibilità, per la pazienza e oltretutto bisogna far loro i complimenti perché hanno più volte spostato il campo di regata in maniera veloce ed adeguata quando cambiava il vento.

 

“Grazie” va detto anche a tutta la gente che per la prima volta si avvicinava al mondo della vela come volontario, bisogna ringraziare tutte queste persone, principalmente ragazzi, che hanno dato il loro aiuto al circolo, lasciando da parte per una settimana esami, lavoro e famiglia.

Tutto al circolo era ed è organizzato in modo che tutti abbiano sempre qualcosa da fare, come preparare i pranzi per i regatanti, organizzare le loro uscite serali, postare i risultati online ogni due ore, rimanere in pilotina tutto il giorno, fare da driver… e chi più ne ha più ne metta!

 

Come conclusione alla lettera vorrei  mettere il grazie più importante: il grazie a Paola e Marco che hanno permesso, a noi ragazzi di partecipare ad un’occasione del genere, e alla valle di ospitare un evento mondiale. Grazie a loro abbiamo ricevuto numerosi complimenti riguardo all’organizzazione del circolo e delle regate, grazie a loro siamo diventati “famosi” per la nostra ospitalità, grazie a loro il circolo è quello che è.

 

Non serve dire altro, grazie e alla prossima.

Cecilia